• IMPIANTO IDRICO SANITARIO OLBIA

    IMPIANTO IDRICO SANITARIO OLBIA

    La funzione dell’impianto idrico, è quella di distribuire l’acqua calda e l fredda ad uso sanitario fino a ciascun punto di erogazione previsto nella nostra abitazione. Obiettivo primario, perseguito, dalla nostra Azienda, nella realizzazione di impianti idrosanitari, è la corretta funzionalità, a lungo nel tempo, unita alla scarsa manutenzione. Per raggiungere questo traguardo, progettiamo e realizziamo impianti idro-sanitari, di altissima qualità, utilizzando materiali tecnologicamente avanzati. Progettazione dell’impianto L’alimentazione idrica avviene generalmente con derivazione dall’acquedotto urbano. Dal punto di presa principale (acquedotto, autoclave, serbatoio) inizia la rete cha va ad alimentare i vari gruppi di utenza. La fase successiva prevede la valutazione del tipo di impianto idrico da installare all’interno del fabbricato, le proporzioni ed il calcolo per determinare i diametri delle tubazioni. Per le distribuzioni interne sono utilizzate: tubazioni in acciaio, rame o plastica. Materiali Tubazioni In base alle normative vigenti, per la rete di distribuzione acqua potabile (reti esterne) possono essere impiegati tre materiali: acciaio, rame o PVC. 1. l’Acciaio: al giorno d’oggi, è scarsamente impiegato in quanto richiede l’utilizzo di molteplici raccordi (con incremento dei tempi di posa e dei costi di manodopera), è soggetto a fenomeni di corrosione e può rilasciare nell’acqua sostanze contaminanti. Inoltre l’acciaio zincato è facilmente soggetto a fenomeni di deposito di calcare e conseguente riduzione della sezione, nonché a fenomeni di foratura a causa delle correnti galvaniche. 2. Il Rame: rappresenta un ottimo materiale per il trasporto di acqua, ha una durata sicuramente maggiore rispetto all’acciaio zincato, ha, però un costo superiore agli altri materiali. 3. Il Multistrato: i nuovi tubi multistrato, resistenti e flessibili sono adatti per tutti gli impianti idrotermosanitari e raffreddamento a pavimento e circuiti per la distribuzione idrica. impianti idrici sanitari, di riscaldamento, ad alta temperatura e a bassa temperatura ( radiante). L’ultimo ritrovato tecnologico è rappresentato dai tubi in multistrato insonorizzati. 4. Il PVC: oggi si usano, quasi esclusivamente i tubi in plastica, in quanto rispondono alle migliori caratteristiche richieste per questo tipo di impianti: igiene, resistenza alla corrosione, durevole nel tempo, sicurezza nelle giunture e nei raccordi e costi inferiori a quelli degli altri materiali. Il marchio, applicato alle tubazioni in PVC, ne certifica la provenienza da aziende selezionate e la loro conformità alle norme vigenti. Garantisce inoltre la qualità del prodotto che è realizzato con additivi sostenibili ed è sicuro e affidabile.

    IMPIANTI IDRAULICI

    E’ piuttosto superfluo sottolineare che poter disporre di un corretto impianto idraulico per la casa è un’esigenza indispensabile: esso permette infatti di poter disporre di un regolare servizio di fornitura di acqua ad uso domestico e di un efficiente sistema di scarico! Ma vediamo ora di approfondire in maniera chiara ed esauriente questo importante argomento.

    Impianto idraulico di casa: di cosa si tratta?L‘impianto idraulico per la casa (che viene detto anche impianto idrico) da eseguire secondo le dovute norme previste dalla legge, è un sistema composto da tubature e macchinari il cui compito è quello di convogliare l’acqua da un punto verso un altro; inoltre, come ben sappiamo, l’impianto idraulico per la casaprovvede a condurre presso la propria casa l‘acqua potabile.

    Quest’ultima riesce normalmente ad arrivare presso le abitazioni tramite una tubatura installata sotto il marciapiede o strada, area dalla quale parte una conduttura che, salendo lungo il muro di un edificio, arriva all’interno delle abitazioni.

    Anzi, è giusto specificare che l’impianto idraulico per la casa provvede a compiere ben tre funzioni: esso infatti si occupa di procurare l’acqua, di distribuirla ai determinati punti dell’abitazione e di smaltire quella dello scarico. Esistono inoltre alcuni casi in cui vengono anche adottati meccanismi che, oltre a rendere potabile l’acqua, permettono di addolcirla e di filtrarla: tutto ciò è reso possibile da appositi filtri meccanici sistemati all’ingresso dell’impianto idrico.

    Impianto idraulico per la casa: come funziona?

    Sono molti coloro che, conoscendo in maniera piuttosto superficiale il funzionamento di un impianto idraulico per la casa, si domandano come esso sia in grado di svolgere il suo importantissimo compito: vediamo dunque di fornire una spiegazione piuttosto semplice, ma sufficientemente chiara per risultare così di facile comprensione ai ‘non addetti ai lavori’, utile per capire quale impianto idraulico scegliere.

    Quando viene installato un impianto idraulico per lacasa, in corrispondenza di ogni interno viene collocata una presadelle acque chiare e da lì partono sia i tubi dell’acqua fredda e sia quelli necessari per servire scaldabagni e caldaie, elementi utili per la provvista di acqua calda.

    Inoltre, in ogni impianto idraulico di casa ogni apparecchio possiede uno scarico composto da una tubaturacollegata alla colonna delle acque nere.

    Quest’ultima sale in altezza sino a terminare con una specie di sfiatatoio di piccole dimensioni, elemento necessario per far fuoriuscire accumuli di aria e di gas, allontanando così il rischio di formazioni rigurgiti e cattivo funzionamento dei sifoni: questo per consentire che lo smaltimento dei liquidi avvenga correttamente.

    In ogni impianto idraulico di casa viene inoltre istallato un rubinetto principale: esso va a collegarsi ad un apposito contatore tramite cui è possibile rilevare una numerazione per poter definire la quantità di acqua consumata. Tale rubinetto serve anche a permettere la totale chiusura dell’impianto di casa durante determinate opere di manutenzione oppure quando l’alloggio rimane disabitato per le vacanze o per altre motivazioni.

    Impianto idraulico per la casa: acqua diretta e indiretta.

    Gli impianti presenti in località che non presentano problemi di erogazione, permettono che l’acqua possa provenire direttamente dalla rete idrica alle cucine, ai bagni ecc., ma in unimpianto idraulico per la casa, può in alcuni casi capitare che l’acqua non arrivi in maniera diretta ai rubinetti dai tubi di adduzione, poiché a volte essa va prima a confluire in un’autoclave.

    Si tratta di in una specie di vasca-serbatoio dotata di una pressione interna capace di inviare l’acqua anche a piani posti più in alto. In effetti molte volte la pressione derivante dall’acquedotto non basta, per cui il rifornimento deve avvenire in maniera indiretta.

    Impianto idraulico per la casa: in cosa consistono le acque chiare e cosa sono le acque scure?

    Come abbiamo precedentemente precisato, l’impianto idraulico per la casa o per uno stabile deve provvedere a svolgere dei fondamentali compiti, tra cui provvedere a scaricare le acque, smaltendo correttamente quelle nere. Tra le due acque esiste una differenza ben precisa: le acque chiare sono quelle potabili fornite dall’acquedotto comunale, mentrequelle nere sono le acque provenienti da docce o vasche, scarichi di lavatrici, liquami organici ecc..

    Purtroppo nelle vecchie strutture sono spesso presenti impianti idraulici di genere misto in cui non vengono separati i due differenti scarichi, mentre nelle costruzioni ristrutturate o di nuova generazione è molto più facile trovare sistemi di scarico che, grazie alla realizzazione di fosse biologiche, alla presenza di elementi degrassatori ecc., provvedono a dividere le acque bianche dalle scure, migliorando la qualità della depurazione ed abbassando quindi il livello dell’inquinamento.

    Quanto costa fare un impianto idraulico per la casa?

    Non è comprensibilmente possibile fornire in linea generale un esatto costo di un impianto idraulico di casa senza possederne il progetto: è infatti necessario poter disporre di tutti i vari dati utili per eseguire adeguatamente i dovuti calcoli.

    Inoltre ogni ditta tende ad applicare le proprie tariffe ed i prezzi de materiali variano in base a tipologia e qualità; è poi bene ricordare che spesso i prezzi relativi ai vari interventi di edilizia sono solitamente più costosi nelle città de Nord e più convenienti invece in quelle del Sud.